Fantasmi


sottomarina 18 aprile 2017

18 aprile 2017

Fantasmi mi sfiorano,
si divertono a burlarsi
di queste mani intrecciate,
delle carezze rubate
a sguardi indiscreti.
Il tuo sorriso mi fugge
negli occhi,
ed è quello di una lama
che trapassa l’anima.
Ti lasci sorprendere
e ti perdo
tra suoni chimici e fluorescenze.
Era l’odore della morte
quello che sentivo,
di una morte veloce,
di qualcosa che non esiste
perché il vuoto, così vuoto,
è il vuoto di un destino semplice.
Era un coltello a trafiggermi,
un coltello di carne e unghie,
e le tue carezze
ora graffiavano sangue.
Ma non era sangue,
era pioggia di primavera.
E i fantasmi si burlavano,
ancora una volta, di me.

Fantasmiultima modifica: 2017-04-20T00:12:44+00:00da emmagiulia
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Fantasmi

  1. Sarà la nonna del Corsaro Nero…!
    Se tieni le mani intrecciate, non hai paura dei fantasmi…
    Ironizzo per farmi coraggio… sì, perché io ho paura dei fantasmi che non m’invento…
    Che poesia tragica!!!
    Mi affido al sole della primavera… <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *