HO CHIUSO GLI OCCHI

FONTE: LA REPUBBLICA

 Palazzo Madama approva il progetto del governo. Franceschini: “Un danno per il paese”
Il Vaticano: “Basta criminalizzare gli stranieri. Norma che porterà dolore”

Il pacchetto sicurezza diventa legge
Sì alle ronde, la clandestinità è reato

Berlusconi: “E’ un provvedimento da me fortemente voluto che garantisce i cittadini”

IL TESTO

ROMA – Si potranno organizzare le ronde; diventa reato l’immigrazione clandestina. Da oggi il ddl sicurezza è legge dello Stato. L’ok definitivo del Senato è giunto in tarda mattinata con il voto di fiducia: 157 favorevoli tra PdL, Lega Nord e MpA; 124 no; 3 astenuti. Plaude la maggioranza (“Una legge fatta per la serenità dei cittadini, da me fortemente voluta”, ha detto Silvio Berlusconi); forti le critiche sollevate dall’opposizione (“E’ un danno per il paese”, è stato il commento di Dario Franceschini, segretario Pd), e dal Vaticano: “Basta criminalizzare gli stranieri. E’ una norma che porterà dolore”.

Inasprite pene per gli immigrati. Dopo un lungo braccio di ferro con l’opposizione, la nuova legge impone un giro di vite sugli immigrati irregolari che da oggi rischieranno il processo. La permanenza nei Centri di identificazione temporanea per verificare
la provenienza dei migranti potrà toccare i 18 mesi (finora il limite era di 60 giorni). Una pena fino a tre anni di carcere è prevista per chi affitta case o locali ai clandestini. PER LEGGERE TUTTO CLICCA QUI


GIUDITTA, DI GUSTAV KLIMT

 

 

Ho chiuso gli occhi

 

Ho chiuso gli occhi.

In piedi, immobile,

con i capelli sciolti

osservavo come in sogno

il pugnale tra le mani.

Il corpo bellissimo dell’uomo, nel letto sfatto.

La mia mano tra i capelli, i suoi.

Un colpo netto non basta.

Due, è la sua testa nella mia mano.

Ho riaperto gli occhi.

Due occhi non bastano per guardare il mondo.

Così pensava una donna.

Non bastano due occhi

quando il mondo dimentica.

Mille pugnali

tra le mani

per cancellare sguardi

verso il mondo

pronti al potere, al dominio

in nome di un padre.

Due occhi non bastano per guardare il mondo:

così pensa una donna

quando guarda i suoi figli.

Il pugnale, allora,

dalle mani

cade.

  (di Giulia Penzo)

LEGALIZZAZIONE RONDE PADANE

 E così, con la loro legalizzazione, dovremo pagare anche le ronde padane; non basta la polizia, la guardia di finanza, i carabinieri, l’esercito, i vigili urbani…Quanto ci costa la benedetta sicurezza?

 

 

fonte: ANSA

2009-02-05 14:14

Sicurezza: Senato approva ddl

Tassa di soggiorno da fissare tra gli 80 e i 200 euro

(ANSA) – ROMA, 5 FEB – L’Aula di Palazzo Madama ha approvato il disegno di legge Sicurezza. Il testo dovra’ ora passare all’esame definitivo della Camera. Il ddl prevede, tra l’altro, la tassa per il permesso di soggiorno da fissare in una cifra tra gli 80 e i 200 euro, la schedatura dei clochard, la possibilita’ per i medici di denunciare gli irregolari, la legalizzazione delle cosiddette ‘ronde padane’, ma non armate. Su questo provvedimento governo e maggioranza ieri erano andati ‘sotto’ 3 volte.

DDL AMMAZZABLOG

Tutto sembra che nasca nel blog di Daniele Minotti  e se volete capirne di più andate al suo post Ddl editoria: one more thing.

Ma a dir la verità tutto nasce a seguito dell’approvazione del Consiglio dei Ministri  il 12 ottobre del 2007 di un disegno di legge per la nuova disciplina dell’editoria quotidiana, periodica e libraria, che conferisce al Governo una delega per l’emanazione di un testo unico finalizzato al riordino dell’intera legislazione del settore.

Ricardo Franco Levi

 Il 9 giugno 2008 viene ripresentata da Ricardo Franco Levi ex Sottosegretario della Presidenza del Consiglio la

PROPOSTA DI LEGGE
d’iniziativa del deputato LEVI
Nuova disciplina del settore dell’editoria e delega al Governo per l’emanazione di un testo unico delle disposizioni legislative in materia di editoria
Presentata il 9 giugno 2008

L’articolo 8 prevede l’obbligo di iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione per i soggetti che svolgono su internet attività editoriale, estendendo altresì a questi ultimi la normativa sulla responsabilità per i reati a mezzo stampa (ma sono vari i punti fumosi).

Il 6 novembre 2008 questa proposta viene ripresentata rimaneggiata lievemente in alcune parti con un nuovo testo (C-1269) ed è stata assegnata, in sede referente, alla VII Commissione Cultura della Camera.

A questo punto, chi se ne intende di diritto e di editoria (vd. Minotti) comincia a spargere la voce e a segnalare nel proprio blog i punti più significativi e preoccupanti della proposta di legge, prima appunto che diventi legge.

Luca Spinelli raccoglie l’invito di Minotti e segnala alcuni passi del disegno sul suo sito Punto Informatico. A questo punto il tam tam si diffonde in rete: ad es. io vengo a conoscenza grazie alla segnalazione di signoraRita.

Di Pietro si accorge dell’impatto che questa legge potrebbe avere sul mondo dei blogger e dichiara che Italia dei Valori offrirà tutta l’assistenza legale a chi verrà perseguito per la sua violazione e così anche Grillo.

A questo punto abbiamo le spalle coperte! O no…?